Buongiorno, e che Gesù Signore del cielo e della terra vi benedica!

Mi chiamo Linda Scicolone, e appartengo alla parrocchia di Nostra Signora del Carmelo di Springfield, MA (USA). Da 2 anni sono direttrice di un'iniziativa parrocchiale da me creata, che coinvolge molti settori della nostra comunità parrocchiale nella preghiera quotidiana per coppie fidanzate.

Da 20 anni io e mio marito conduciamo corsi di preparazione al matrimonio nella nostra parrocchia. Due anni fa ho sentito che il Signore voleva che si pregasse particolarmente per le coppie fidanzate. Dopo aver pregato e riflettuto ho sottoposto al nostro parroco una mia idea, che egli ha accettato.

Vi scrivo per farvi partecipi della nostra iniziativa, e per incoraggiarvi ad avviarne una simile nella vostra parrocchia.

Per prima cosa avrete bisogno di qualcuno che si occupi del coordinamento: questo consiste nel richiedere al vostro parroco una lista dei matrimoni imminenti, fare telefonate, spedire pro-memoria e ringraziamenti.

Nel formulario "Time Talent & Treasure", che viene distribuito nella nostra parrocchia, è compresa la voce "Al momento non posso partecipare attivamente, ma pregherò per gli altri".

Io prendo nota del nome, indirizzo e numero telefonico di coloro che contrassegnano questa voce, poi telefono loro e chiedo se sono disposti a dire quotidianamente, a casa propria, una preghiera per una coppia di fidanzati della nostra parrocchia. Faccio notare che non sono tenuti a partecipare ad alcuna riunione; il loro unico impegno consiste nel dire quotidianamente una preghiera per una determinata coppia. Possono recitare qualunque preghiera di loro scelta.

Se accettano, fornisco loro i nomi di battesimo di una coppia di fidanzati e la data del loro matrimonio, e chiedo di iniziare a pregare da subito e continuare fino alla data del matrimonio di quella coppia.

A ciascuna persona che ha accettato di pregare spedisco poi un biglietto con i nomi dei fidanzati, la data del loro matrimonio ed un ringraziamento per essersi offerti di pregare per loro.

Il giorno del matrimonio spedisco, a ciascuna persona che ha pregato per quella coppia, un altro biglietto di ulteriore ringraziamento per le sue preghiere.

Tengo una lista di tutti coloro che accettano di pregare, e li contatto nuovamente per sapere se sono disposti a pregare per un'altra coppia una volta adempiuto il loro precedente impegno. La maggior parte delle persone acconsente a pregare per un'altra coppia, e molti mi chiedono se possono anche seguitare a pregare per le coppie precedenti (ovviamente io rispondo che questo è molto bello, e incoraggio la loro generosità).

Quando ho dato avvio a questa iniziativa c'erano circa 40 persone disposte a pregare; adesso ne abbiamo più di 150. Nella nostra parrocchia ci sono finora 27 matrimoni in programma per quest'anno, il che significa che ogni coppia di fidanzati può contare almeno su 5 persone che pregano per loro.

Tale crescita può essere rilevata anche in un altro modo: Nella scuola della nostra parrocchia, ogni classe ha una coppia per cui pregare. Molti insegnanti fanno scrivere biglietti agli scolari per la loro coppia, e li consegnano al parroco che a sua volta li dà alla coppia dopo il matrimonio.

Questa iniziativa ha il potere di coinvolgere tutti i settori della comunità parrocchiale. Ho ricevuto molti riscontri, sia personalmente che indirettamente, da parte di coloro che pregano: sono felici di farlo, e anche del fatto che per dare il loro contributo non hanno bisogno di uscir di casa e recarsi a delle riunioni. Questo vale in particolare per i nostri anziani e per coloro che sono impossibilitati a muoversi, che si sentono così più utili e più uniti alla comunità parrocchiale.

Anche gli scolari imparano il senso della vita comunitaria, e di come siamo tutti uniti in quanto figli di Dio.

Durante i miei molti anni di preparazione al matrimonio ho rilevato un aumento nel numero dei fidanzati provenienti da famiglie smembrate o in difficoltà: questi giovani arrivano da me e da mio marito con scarsi o addirittura nessun esempio di matrimoni riusciti. Anche la nostra cultura è sempre meno favorevole al matrimonio. Tutto questo ha un prezzo. Io credo che la preghiera sia necessaria per rafforzare le coppie di fidanzati e per prepararli ad affrontare la vita da sposati.

Abbiamo avuto anche matrimoni annullati e/o rinviati. Anche se questo a volte può succedere, ritengo che l'appoggio della preghiera dia alla coppia il coraggio di revocare il matrimonio anche se tutto è già programmato e pagato. La Grazia di Dio è capace di aprire gli occhi ed i cuori. Mi permetto una parentesi personale: nostra figlia è tra coloro che hanno annullato il loro matrimonio, e questa si è rivelata poi come una decisione molto saggia.

Spero che vorrete meditare sul mio suggermento di iniziare nella vostra parrocchia la Preghiera Comunitaria per le Coppie Fidanzate. Credo che tale pratica assista i fidanzati in molti modi, la maggior parte dei quali rimane a noi ignota, e che al tempo stesso concorra a rafforzare la vita parrocchiale ed a rendere gloria d Dio.

Se avete delle domante, sarò felice di comunicare con voi.

Il mio indirizzo E-mail: blestiam@aol.com

Vi chiedo di passare questo messaggio anche ad altri, per esempio il vostro parroco, il consiglio parrocchiale, il consultorio famigliare, ecc...

Ringraziandovi per l'attenzione che avete rivolto al mio messaggio vi saluto in Cristo,

Lynda Scicolone

PS Se nella vostra parrocchia verrà dato l'avvio alla pratica della preghiera per coppie di fidanzati, vogliate cortesemente informarmi.

Questa iniziativa è dedicata alla cara memoria di:

Mons. Leo E. O'Neil 1928-1997

Vescovo ausiliario di Springfield, MA

Vescovo di Manchester, NH

Return to Homepage